Applicazione degli additivi di alimentazione nell'alimentazione del bestiame
Tu sei qui: Casa » Notizia » Feed Additive News. » Applicazione degli additivi di alimentazione nell'alimentazione del bestiame
CONTATTACI

Applicazione degli additivi di alimentazione nell'alimentazione del bestiame

numero Sfoglia:0     Autore:Editor del sito     Pubblica Time: 2022-11-03      Origine:motorizzato

Dai additivi alimentati Fare riferimento a sostanze piccole o di traccia aggiunte nel processo di produzione, elaborazione e utilizzo dei mangimi. Sono usati in piccole quantità ma hanno effetti significativi. Gli additivi per mangimi sono le inevitabili materie prime utilizzate nella moderna industria dei mangimi. Hanno effetti evidenti sul rafforzamento del valore nutrizionale dei mangimi di base, nel miglioramento delle prestazioni di produzione animale, garantendo la salute degli animali, risparmiando i costi di mangime e miglioramento della qualità dei prodotti animali. Gli additivi di alimentazione comunemente usati per il bestiame includono principalmente:

1. Aditivi minerali, come calcio, fosforo, sodio, cloro, magnesio, ecc.

2. Aditivi di vitamina, come vitamine A, D, E, Niacina, ecc.

3. Oditivi per elementi di traccia, come ferro, zinco, rame, manganese, iodio, cobalto, selenio, ecc.

4. Regolatori di tamponi rumen, come bicarbonato di sodio, ecc.

bestiame

1. Aditivi minerali

I bovini sono bestiame principalmente basati sull'alimentazione a base vegetale. Le vacche da latte consumano una grande quantità di minerali attraverso l'allattamento ogni giorno, mentre i bovini di manzo generalmente usano il roughi come mangime principale per l'agresso. Pertanto, indipendentemente dalle vacche da latte o dai bovini di manzo, dal calcio, dal fosforo, dal sodio, dal cloro e da altri minerali nella dieta non possono soddisfare le esigenze delle vacche da latte per l'allattamento e l'agione di bovini di manzo e devono essere integrati. Gli alimenti minerali comunemente integrati includono sale, idrogeno fosfato di calcio, polvere di pietra, ecc.


Il sale da tavola contiene sodio e cloro e il sale da tavola viene spesso utilizzato per integrare la carenza di sodio e cloro. Il sodio svolge un ruolo importante nel mantenere l'equilibrio acido-base nel corpo, mantenendo la normale pressione osmotica dei fluidi corporei e regolare il volume del fluido corporeo. Gli ioni di sodio escreti sotto forma di bicarbonato con saliva hanno un effetto inibitorio sull'acido in eccesso prodotto nel rumine, nel reticolo e nell'ommen di ruminanti, creando condizioni ambientali adeguate per l'attività microbica del rumine. Il cloro e il sodio mantengono sinergicamente la pressione osmotica del fluido extracellulare, partecipano alla formazione di acido gastrico e assicurano il valore del pH necessario per l'azione della pepsina.


Il sale può stimolare la secrezione di saliva, promuovere la digestione di altri enzimi digestivi, migliorare il gusto del mangime e aumentare l'appetito degli animali. Sia la carenza che l'eccesso di sodio e cloro possono influenzare le prestazioni e la salute dei bovini da latte e di manzo. La mancanza a lungo termine di sale nelle razioni di bovini adulti può portare a una riduzione dell'appetito, della mancanza di energia, della malnutrizione, del cappotto grezzo, della riduzione della produzione di latte e della produttività. La carenza di sale a lungo termine nelle diete del vitello si manifesta come crescita stagnante e una riduzione dell'utilizzo degli alimenti. Tuttavia, un grave eccesso di sale può causare aumento dell'assunzione di acqua, diarrea e avvelenamento. In generale, la quantità di alimentazione di sale rappresenta lo 0,5% all'1% del concentrato; La produzione di latte di vacche da latte aumenta e il sale può essere adeguatamente aumentato.


Fosfato di idrogeno di calcio è un additivo di mangime minerale comune per integrare il calcio e il fosforo. Lo standard di grado di alimentazione per il fosfato di idrogeno di calcio in Cina stabilisce che il contenuto di fosforo non è inferiore al 16%, il calcio non è inferiore al 21%e il fluoro non è superiore allo 0,18%.


La polvere di pietra si riferisce principalmente alla polvere di calce, che è il carbonato di calcio naturale, e il suo contenuto di calcio è generalmente dal 34% al 38%. È l'additivo per mangime minerali più economico e di provenienza per l'integrazione di calcio.


Il calcio insufficiente e il fosforo nella dieta dei bovini adulti possono portare all'osteomalacia o all'osteoporosi, alla perdita di appetito o alimenti per i rifiuti, eterofilia e ridotte prestazioni di produzione. Le mucche hanno estrus anormale, ripetuta infertilità e riduzione della produzione di latte. Il calcio insufficiente e il fosforo nella dieta dei vitelli possono portare a rachioni. I sintomi iniziali della malattia sono la perdita di appetito, letargia, perdita di peso graduale, cappotto spettinato e disturbo del movimento. Man mano che il decorso della malattia progredisce, la displasia scheletrica e l'ammorbidimento compaiono gradualmente, il tessuto non inossificato alla fine dell'osso diventa più spesso e la colonna vertebrale e lo sterno sono piegati e deformati.

Per i bovini da latte e di manzo, è più appropriato mantenere i livelli di calcio dallo 0,9% all'1,2% e fosforo allo 0,5% allo 0,7% in diverse fasi fisiologiche.


2. Vitamine

Vitamine sono composti a basso peso molecolare necessari per mantenere le normali funzioni fisiologiche degli animali. Una volta che la vitamina manca nell'alimentazione, la funzione fisiologica del corpo sarà disturbata e appariranno varie carenze di vitamina. Quindi le vitamine sono nutrienti essenziali per sostenere la vita.


Esistono molti tipi di vitamine, solitamente divisi in due categorie in base alla loro solubilità, vale a dire vitamine solubili a grasso (vitamina A, vitamina D, vitamina E e vitamina K) e vitamine solubili in acqua (gruppo B e vitamina C).


Poiché i microrganismi di rumine bovini possono sintetizzare le vitamine di vitamina K e B, il fegato e i reni possono sintetizzare la vitamina C. Pertanto, in circostanze normali, non sono necessari aggiunte aggiuntive ad eccezione dei vitelli. Tuttavia, la vitamina A, la vitamina D e la vitamina E sono sufficienti nella dieta per soddisfare le esigenze dei bovini lattiero -caseari e di manzo in diversi periodi fisiologici.

vitamina

È stato anche riferito che la niacina svolge un ruolo importante nel metabolismo dei nutrienti e nella produzione di latte nelle vacche da latte. Generalmente, alimentare le mucche con 3-6 grammi di niacina Al giorno nella fase iniziale dell'allattamento o prima del parto può impedire allo sviluppo della chetosi e la produzione di latte può anche essere significativamente migliorata. In estate, l'aggiunta di 6 grammi di niacina al giorno a vacche ad alta produzione può anche aumentare la produzione di latte.


La quantità di vitamine aggiunte dovrebbe essere determinata in base ai requisiti nutrizionali di diverse varietà e diversi periodi fisiologici. Sia la carenza di vitamina che gli eccessi possono influenzare negativamente la salute e le prestazioni bovine.


Mancanza di Vitamina A. causerà una crescita stagnante e lo sviluppo di bovini, pelliccia ruvida e opaca, basso tasso di concepimento e infiammazione uterina postpartum, che influenzerà seriamente le prestazioni di produzione. Quando la vitamina D è carente, i vitelli sviluppano osteomalacia e i bovini adulti mostrano l'osteoporosi. I principali sintomi della carenza di vitamina E sono la degenerazione dei muscoli scheletrici nei vitelli, con conseguenti disturbi del movimento e ridotti tassi riproduttivi nei bovini adulti.


3. Traccia elementi

Oligoelementi Comunemente usati come additivi per mangimi includono ferro, rame, manganese, zinco, selenio, iodio, cobalto, ecc., Che svolgono un ruolo insostituibile nel corpo. Iron, rame e cobalto sono tutti elementi indispensabili per l'ematopoiesi e svolgono un ruolo sinergico. Il manganese è un componente di molti enzimi coinvolti nel metabolismo di zucchero, proteine ​​e grassi, ed è anche uno dei componenti necessari per la formazione di condroitina solfato, che promuove il metabolismo del calcio e del fosforo nel corpo e la formazione delle ossa . Lo iodio è un elemento essenziale per la tiroide per formare la tiroxina. Quando lo iodio è carente, si manifesta principalmente come gozzo e ridotta la funzione metabolica, la crescita e lo sviluppo stentato e la perdita di fecondità. Lo zinco è un componente di vari enzimi nel corpo e anche un componente dell'insulina. Lo zinco è principalmente coinvolto in varie attività metaboliche nel corpo attraverso questi enzimi e ormoni. Il selenio è un componente della glutatione perossidasi, che può eliminare gli effetti tossici dei perossidi lipidici e proteggere le membrane cellulari e subcellulari dai perossidi.


4. Regolatori del tampone rumen

Quando le vacche da latte ad alto rendimento mangiano un alimentazione più concentrata, è facile aumentare l'acidità nel rumine, inibire l'attività dei microrganismi di rumine, causare disturbi digestivi, ridurre la frequenza di grasso del latte e causare alcune malattie correlate. Per prevenire il verificarsi di tali malattie, l'aggiunta di buffer dovrebbe essere considerata nei seguenti casi:

① l'allattamento precoce

② Concentrate rappresentano oltre il 50% della dieta

③ Quasi tutto il roughage è insilato

④ Il tasso di grasso del latte è diminuito ovviamente o l'appetito delle mucche in allattamento è diminuita in estate e l'assunzione di materia secca è diminuita ovviamente

⑤ Quando il concentrato e l'alimentazione grossolana vengono alimentati separatamente

vitello

Sono inoltre disponibili molti tipi di tamponi, in genere bicarbonato di sodio (bicarbonato di sodio) e carbonato di sodio (alcali commestibile). Tuttavia, per le vacche da latte ad alto rendimento con una produzione di latte giornaliera di oltre 30 kg, viene aggiunto ossido di magnesio aggiuntivo.

L'importo di ciascun buffer aggiunto è:

1. Bicarbonato di sodio: rappresentare lo 0,7% all'1,5% dell'assunzione di materia secca dietetica, o dall'1,4% al 3,0% dell'alimentazione concentrata.

2. Ossido di magnesio: rappresenta lo 0,3% allo 0,4% dell'assunzione di materia secca alimentare, pari allo 0,6% allo 0,8% dell'alimentazione concentrata.

3. Il bicarbonato di sodio e ossido di magnesio sono meglio miscelati. La miscela dei due rappresenta circa lo 0,8% dell'alimentazione concentrata per le vacche da latte (70% di bicarbonato di sodio e 30% di ossido di magnesio nella miscela).


Quanto sopra è la condivisione di additivi per mangimi per bestiame e speriamo che sia utile a tutti gli amici del settore riproduttivo. Questo articolo è solo a riferimento, se vuoi saperne di più, ti preghiamo di seguirci.

Abbiamo un eccellente team tecnico, che può essere progettato in base alle esigenze dei clienti. Abbiamo un eccellente team tecnico, che può essere progettato in base alle esigenze dei clienti.
  • Additivi di alimentazione: 86-25-83463431
    Additivi alimentari: 86-25-84431783
  • Additivi di alimentazione: sales@polifar.com
    Additivi alimentari:
    food.sales@polifar.com
  • Camera 1506, Edificio B-1, Finestra Greenlandia Business Plaza, No. 2 Jinlan Road, Jiangning District, Nanchino
Benvenuti a contattarci
Abbiamo un eccellente team tecnico
Email errata
Seguici
Copyright © 2021 Gruppo Polifar. Tutti i diritti riservati.